Skip to main content

Angelgoat

Angelgoat - Primitive Goat Worship

Created: 18 December 2017 By Capitan Impaler

Image for: Angelgoat - Primitive Goat Worship

Country: Serbia

From Grom Records...

Armed Destruction! Black metal purist and war-monger for this annihilating machine that thinens bones! The great revelation of the Grom Records album is that of a genre which remains anchored to certain characteristics of a time so as to remain in its essence a survivor among dozens of followers. When today you buy or listen to a CD made by black metallers, it usually happens that you come across most of the cases in examples that reflect a modern idea of the genre, closer and closer to our contemporary sounds. Instead, at least personally, I would like to listen to the sound of ten years ago and even more, the old and rough one. The Angelgoat, a rare case among tens and perhaps hundreds, are able to reproduce the environmental typology of some brutal bands throughout history, such as Beherit, and make it clear from the first few minutes of the album. The listener will be able to absorb the blow only if animated by a huge hunger of extreme and extreme underground. It is not just about noise and cacophony because the genre must be understood in depth in its typical and impetuous intent. Especially tight rhythms without too many technical items will leave many intellectuals and many metalheads with refined tastes dry. Already appreciated on a demo which is still distributed at Impaler DistroList, they take charge of their baggage and appear again more aggressive and evil than ever. I really appreciated the new venture of Unholy Carnager and members both for the attitude unchanged over the years and also frankly for the rendering of a basic cold sound, undoubtedly wanted and induced by their hardening. The intersection of sparse guitars and simple patterns of drums creates a wall of hammering without compromise by the uncaring and proud nature. There are few examples where you can enjoy such an example of crude brutality. The schools of attraction in primis could be Beherit but also Dark Throne and Sarcófago. Capitan Impaler.

Italian version

Distruzione Armata! Black metal purista e guerrafondaio per questa annichilente macchina che sfoltisce ossa! La grande rivelazione dell'album targato Grom Records è quella di un genere che resta ancorato a certe caratteristiche di una volta così da rimanere nella sua essenza un superstite fra decine di epigoni. Quando oggi si compra o si ascolta un cd fatto da black metallers solitamente accade che si incappi nella maggior parte dei casi in esempi che ricalcano un'idea moderna del genere, sempre più vicina ai suoni nostri contemporanei. Invece, almeno personalmente, vorrei ascoltare il suono di dieci anni fa ed anche più, quello vecchio e rozzo. Gli Angelgoat, caso raro fra decine e forse centinaia, sono in grado di riproporre quella tipologia ambientale propria di alcune bands brutali nell'arco della storia come ad esempio i Beherit e fin già dai primi minuti dell'album lo mettono in chiaro. L'ascoltatore saprà assorbire la botta solo se animato da una enorme fame di underground oltranzista ed estremo. Non si tratta solo di rumore e di cacofonia poiché il genere deve essere compreso a fondo nel suo intento tipico ed irruento. Specialmente i ritmi serrati privi di troppe articolature tecniche lasceranno a bocca asciutta molti intellettuali e molti metalheads dai gusti raffinati. Già apprezzati su una demo in distribuzione tuttora presso Impaler DistroList, si fanno carico del loro bagaglio e si ripresentano più aggressivi e malvagi che mai. Ho apprezzato molto la nuova impresa di Unholy Carnager e soci sia per l'attitudine invariata nel corso degli anni ed anche francamente per la resa di un suono freddo di base, senz'altro voluto ed indotto dalla loro tempra. L'incrocio di chitarre scarne e semplici patterns di batteria crea un muro di martellate senza compromessi dalla natura menefreghista e fiera. Pochi sono gli esempi in cui si potrà gustare un tale esempio di brutalità rozza. Le scuole di richiamo in primis potrebbero essere i Beherit ma anche i Dark Throne ed i Sarcofago. Capitan Impaler.

Tracklist

  1. Ve?na slava Satani
  2. Pentagram Ritual Massacre
  3. Under the Satanic Oath
  4. Sabbath 666    03:03
  5. Primitive Goat Worship
  6. Arising from the Black Mass
  7. Unholy Horn Impalement
  8. Zora Antihrista
  9. Eternal Damnation of Christianity

Band Lineup and staff

Unholy Carnager - Drums, Guitars, Bass, Vocals

Share